Tutti i volumetti delle collane «I quaderni di via del vento», «Ocra gialla»e «Acquamarina»sono in formato 16° (cm. 16,5 di altezza per cm. 12 di larghezza), stampati su carta pregiata, di pagine 32, con doppio risvolto di copertina, in tiratura limitata di duemila copie garantita dalla numerazione in inchiostro rosso in calce al colophon. La veste grafica è accurata, anche nella scelta dei caratteri, nel rapporto di grandezza fra gli stessi, e tra questi e le immagini.

Tutti i volumetti contengono testi inediti e rari di grandi letterati italiani e stranieri del Novecento.
Statisticamente l'80 % dei titoli pubblicati sino ad oggi contengono testi inediti (inediti in assoluto o inediti in volume, o nel mondo o in Italia), il 10 % testi rari (pubblicati in volume solo molti anni prima o in edizioni semi-sconosciute o fuori commercio o in tirature limitate e pressoché non più reperibili) e il 10 % testi già editi (ma in nuova traduzione e con nuovi contributi critici).

Tre sono i volumetti che escono nell'anno per ogni collana. Le uscite sono assicurate, anche se non sono regolarmente scadenzate fra loro, causa la complessità delle operazioni da seguire per proporre sempre autori e testi di grande spessore letterario e artistico.

La collana di prosa «I quaderni di via del vento» è nata nel 1991, con la nascita delle Edizioni, e riguarda testi inediti o rari di grandi letterati e artisti italiani e stranieri del Novecento. Alterna un volumetto con copertina avorio (contenente testi di un letterato) ad un altro con coprtina grigia (contenente testi di un artista). Sulla copertina dei volumetti a carattere letterario figura sempre un'opera grafica (xilografia, disegno o acquaforte) che si sposa con il contenuto dei testi pubblicati in quello specifico volumetto. Sulla copertina, così come anche nell'interno, dei volumetti a carattere artistico figurano opere grafiche dell'artista di cui di volta in volta si pubblicano i testi.

La collana di prosa «Ocra gialla» è nata nel 1994 e riguarda testi inediti e rari di grandi letterati del Novecento. Sulla copertina, sempre di colore giallo, figura un'opera grafica che si sposa con il contenuto dei testi letterari pubblicati in quello specifico volumetto.

La collana di poesia «Acquamarina» è nata nel 1997 e riguarda liriche, quasi sempre inedite in Italia, di grandi poeti stranieri. Sulla copertina, sempre di colore "acquamarina", e di sapore "Ottocento inglese", non figura un'opera grafica, ma solo la strega che cavalca una scopa, tratta dal marchio delle Edizioni. Per una ponderata, e sofferta, scelta editoriale, i volumetti non riportano il testo a fronte in lingua estera (che in fondo avrebbe più senso solo nel caso di lingue largamente conosciute), al fine di privilegiare l'offerta del maggior numero di liriche di quel determinato autore e suscitare quindi in Italia l'interesse per la sua opera, che potrà poi indirizzarsi verso più compendiosi volumi con testo a fronte forse presenti sul mercato nazionale.

Il marchio consiste nella libera rappresentazione grafica della cupola della Basilica della Madonna dell'Umiltà di Pistoia, con una strega a cavallo di una scopa che vi gira intorno trascinando un lungo drappo ove figura la scritta latina ventus taedium fugat (il vento disperde la noia).
La cupola è quella rinascimentale progettata dall'architetto pistoiese Ventura Vitoni (al quale, agli inizi del Novecento, è stata dedicata la strada sottostante che sino alla fine dell'Ottocento si chiamava via del Vento) e conclusa dal Vasari a seguito della morte del Vitoni. Pare che la cupola sia la terza del mondo per ampiezza, dopo quella della Basilica di San Pietro a Roma, di Michelangelo Buonarroti, e quella di Santa Maria del Fiore a Firenze, del Brunelleschi.
La strega, rappresentazione visibile del vento che vortica intorno alla cupola, rappresenta anche la creatività. Le cosiddette "streghe", bruciate in tutta Europa e nel Nord America dal XVI al XIII secolo, altro non erano che scomode presenze che spesso si opponevano all'oppressivo e uniformante potere delle istituzioni laiche e religiose e non accettavano il ruolo subalterno che la società imponeva alla donna.
Il marchio e la sottostante scritta delle Edizioni sono registrate.

Indietro



Edizioni «Via del Vento» - Via Vitoni, 14 - 51100 Pistoia (PT) • E-mail info@viadelvento.it
© del sito web: Edizioni «Via del Vento» - Pistoia • Realizzazione tecnica del sito web: Winetrade snc - Livorno


Dal 02/01/2003