Via Vitoni, 14 - 51100 Pistoia (PT)
Tel. 0573/975871 - Fax 0573/46399

Collana «Acquamarina»
volumetto n° 12



Ana María  Navales, Quel lungo albeggiare
a cura di Alessandro Ghignoli

 pag. 32, ISBN 88877411410

Euro 4,00
IN SINTESI

Ventiquattro poesie inedite in Italia della poetessa spagnola.


UN ASSAGGIO

«Morirò senza sapere che vuol dire
esattamente vita, che parte di me stessa
cadde nella prima trappola
e se c’è ancora spazio nel sentiero
per un ultimo smarrimento.».







L'AUTORE

Ana María Navales è nata a Saragozza dove ha studiato Lettere e Filosofia ed ha insegnato letteratura ispano-americana. Dirige la rivista culturale «Turia», il giornale culturale-educativo «Wörter» e la Sezione della Creazione Letteraria dell’Istituto di Studi Turolensi (C.S.I.C.).
Ha pubblicato una decina di libri di poesia, tra cui: Del fuego secreto (premio San Jorge, 1978), Mester de amor (finalista premio Adonais, 1979), Los espías de Sísifo (1981), Nueva, vieja estancia (premio José Luis Hidalgo, 1983), Los labios de la luna (1989), Los espejos de la palabra (antologia personale, 1991), Hallarás otro mar (1993), Mar de fondo (1978-1998, antologia), Escrito en el silencio (1999) e Contro le parole – Contra las palabras (2000).
Come narratrice ha pubblicato vari libri di racconti, tra cui: Cuentos de Bloomsbury (Edhasa, 1991), Zacarías, rey (El fantasma de la glorieta, 1992), Tres mujeres (Huerga & Fierro, 1995), e i romanzi: El regreso de Julieta Always (Bruguera, 1981), La tarde de las gaviotas (Unali, 1981), El laberinto del quetzal (premio Antonio Camuñas, 1984) e numerosi saggi letterari, tra i quali: Cuatro novelistas españoles: Delibes, Aldecoa, Suerio y Umbral (Fundamentos, 1974), La Lady y su abanico (De Virginia Wolf a Mary McCarty) (Sial, 2000).
La sua opera è stata tradotta in diverse lingue fra cui: inglese, francese, italiano, ceco e bulgaro.

Condividi / Share

Indietro