Via Vitoni, 14 - 51100 Pistoia (PT)
Tel. 0573/975871 - Fax 0573/46399

Collana «Acquamarina»
volumetto n° 11



Medbh  McGuckian, Scene da un bordello
a cura di Giovanna Iorio

 pag. 32, ISBN 8887741093

Euro 4,00
IN SINTESI

Diciassette poesie della grande poetessa nord-irlandese in gran parte inedite in Italia.


UN ASSAGGIO

«Lui non riusciva a smettere di tormentarsi la voce:
la smontava, la spogliava,
credo come fanno le donne che si struccano il viso,
così che un po’ di luce sia ancora capace di amarle.».







L'AUTORE

Medbh McGuckian è nata nel 1950 a Belfast dove vive con la famiglia. La sua prima raccolta di poesie, Portrait of Joanna, viene pubblicata nel 1980, ma è soltanto con The Flower Master del 1982 che la McGuckian diventa visibile sulla scena letteraria e la sua voce conquista un posto di rilievo tra i poeti dell’Ulster. Da allora ha pubblicato altre sei raccolte: Venus and the Rain (’84), On Ballycastle Beach (’88), Marconi’s Cottage (’92), Captain Lavender (’95), Selected Poems: 1978-1994 (’97), Shelmalier (’98).
Tra i premi da lei ottenuti vi sono: l’England’s National Poetry Competition, il Cheltenham Award, l’Alice Hunt Bartlett Prize, il Rooney Prize e il Bass Ireland Award per la Letteratura.
Di lei Seamus Heaney ha detto: «il suo linguaggio è come lo strato profondo della nostra conoscenza, lo strato profondo della lingua inglese che si muove come un anfibio tra il sogno e la realtà quotidiana».
Medbh McGuckian è stata tradotta in tutto il mondo e le sue poesie sono presenti nelle raccolte più rappresentative della letteratura irlandese contemporanea. Sue liriche sono anche nelle due antologie italiane Dopo Lungo Silenzio (Mobydick ’97) e In Forma di Parole (Bologna ’97).

Condividi / Share

Indietro