Via Vitoni, 14 - 51100 Pistoia (PT)
Tel. 0573/975871 - Fax 0573/46399

Collana «Acquamarina»
volumetto n° 3



Lidija  Vukcevic, Il velo
A cura di Eridano Bazzarelli

 pag. 32, ISBN 8887741441

Euro 4,00
IN SINTESI

Ventiquattro poesie inedite in Italia della poetessa croata di origine montenegrina permeate di mito e di mediterraneità.


UN ASSAGGIO

«Mi appoggio ai portici, avvezzo l’orecchio
agli amari sensi del volo
Perciò, prendi di me l’orizzonte scoperto
o il canto dorato
Finché Iddio non ha reso il conto, finché
non ha perso le chiavi, oppure
non è sceso in un senno fiammante».







L'AUTORE

Lidija Vukcevic è nata nel 1954 a Zagabria da famiglia di origine montenegrina. Vive a Samobor, e insegna lingua e letteratura croata in un liceo di Zagabria. Ha studiato letterature e lingue slavo-meridionali e filosofia all’Università di Zagabria, dove ha conseguito il dottorato con una tesi sullo scrittore serbo del Novecento Milos Crnjanski. Si occupa di letteratura serba e croata del Novecento nel cui ambito ha pubblicato diversi saggi su scrittori quali Milicevic, Desnica e Crnjanski. È consulente di una casa editrice di Zagabria. Collabora a vari giornali e periodici, tra cui «Republika» e «Prosvjeta». Ha insegnato all’Università Statale di Milano, Facoltà di Lettere, Filosofia e Lingue. Fra le sue pubblicazioni, ricordiamo le raccolte di poesie Il colore dello zafferano (Boja safrana) del 1992, La polvere della pergamena (Pergamene prah) del 1995. Stanno per uscire le poesie in prosa Vocabolario personale (Rjecnik slucajnosti: alla lettera “Vocabolario delle casualità”), e la raccolta di poesie Lepeza (Ventaglio). Le liriche raccolte nel presente volumetto, inedite in Italia e scelte dalla stessa autrice, sono state dalla stessa tradotte in italiano con la collaborazione dello slavista Eridano Bazzarelli.

Condividi / Share

Indietro