Via Vitoni, 14 - 51100 Pistoia (PT)
Tel. 0573/975871 - Fax 0573/46399

Collana «Acquamarina»
volumetto n° 2



Robert Louis  Stevenson, Chirurgo celeste
a cura di Roberto Deidier

 pag. 32, ISBN 8887741433

Euro 4,00
IN SINTESI

Ventiquattro poesie dell’autore scozzese di l’Isola del Tesoro e di Lo strano caso del dottor Jekill e del signor Hyde.


UN ASSAGGIO

«quando restiamo a letto malati
scorreremo il tuo libro, e diremo
alle pagine, già bianche, di costruirci ancora
la vecchia estate morta e declinata, e il tempo
del più tardo autunno col grano stipato.
Così tu possa razionare il magro inverno
del suo progettato trionfo, e la rima
possa sciogliersi al sole nel tuo libro».







L'AUTORE

Robert Louis Stevenson nasce nel 1850 a Edimburgo. Il padre, ingegnere specializzato nella progettazione di fari, lo indirizza verso gli studi, ma quando si iscrive alla facoltà di ingegneria pensa più allo scrivere e a condurre una vita sregolata e ben presto sarà costretto a cercare in Francia per lunghi periodi un clima più mite per curarsi la salute. Nel ’78 esce Un viaggio nell’entroterra e nel ’79 Viaggi con un asinello attraverso le Cevennes, entrambi resoconti dei suoi viaggi francesi. Nel ’79 si reca negli Stati Uniti dove scrive Virginibus Puerisque (’81), Le nuove Mille e una notte (’82), I cercatori d’argento (’83) e L’Isola del tesoro (’83). Ritornato in Scozia, con la moglie americana e un figliastro, è costretto dalla salute precaria a girovagare per le località climatiche europee, da Davos in Svizzera, a Hyères nel sud della Francia, a Bournemouth in Inghilterra, dove scrive il racconto Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde (’86). Dopo la morte del padre, torna in America dove inizia Il signore di Ballantrae (’89) e La cassa sbagliata (’89). Spinto dalle avventure di Melville noleggia un veliero e parte con la famiglia per una crociera verso i mari del Sud. Decide di stabilirsi prima a Honolulu e poi nelle isole Samoa dove lo chiameranno “Tusitala”, il narratore di storie. Qui scrive ancora romanzi, tra cui Nei mari del Sud (’94), ballate, poesie e memorie. Muore, per emorragia cerebrale, il 3 dicembre 1894.

Condividi / Share

Indietro