Via Vitoni, 14 - 51100 Pistoia (PT)
Tel. 0573/975871 - Fax 0573/46399

Collana «I quaderni di via del Vento»
volumetto n° 83



Beppe  Salvia, I pescatori di perle
a cura di Pasquale Di Palmo
 pag. 40, ISBN 9788862261043

Euro 4,00
IN SINTESI

Tre prose, di cui due inedite, del grande poeta morto tragicamente a trent’anni, lasciando un segno indelebile nella poesia italiana.


UN ASSAGGIO

«Sia benedetta l’alba, chiara e terrestre. I fuochi sulla spiaggia spenti, deserti i moli e a un cenno fervono i lavori sulla nave. La notte s’è spenta come un cero votivo. Ambrogio Destri è uno zoologo del Regio Collegio di scienze fisiche, s’è imbarcato per studiare i mari le correnti e le migrazioni dei tonni, ma davvero dorme fino a tardi e poi placido e serrato in sé come una lapide guarda le coste e il mare, segna il suo verde quadernetto, misura i venti.»







L'AUTORE

Beppe Salvia nasce a Potenza nel 1954, secondogenito di Saverio Salvia, vice-intendente di finanza, e Nicoletta Liotta, casalinga. Con il fratello Rocco passa un’infanzia spensierata. Nel ’70 è irrimediabilmente segnato dalla morte del padre, dovuta ad un incidente stradale. Dopo essersi trasferito con la famiglia a Roma nel ’71, si dedica allo studio dell’entomologia, alla scrittura e al disegno. Nel ’79 fonda, insieme ad altri scrittori, la rivista «Braci». Collabora a «Nuovi Argomenti», «Prato Pagano» e altre riviste. È di questi anni la frequentazione di alcuni poeti e scrittori operanti a Roma come Claudio Damiani, Gabriella Sica, Arnaldo Colasanti, Giselda Pontesilli, Marco Lodoli, Gino Scartaghiande, Pietro Tripodo. Muore a Roma nel 1985. È sepolto a Picerno (Potenza). Escono postumi: Estate, pubblicato con lo pseudonimo di Elisa Sansovino (Il Melograno-Abete, Roma ’85), Cuore (cieli celesti) (Rotundo, Roma ’88) ed Elemosine eleusine (Edizioni della Cometa, Roma ’89). Del 2004 è l’antologia, curata da Pasquale Di Palmo, I begli occhi del ladro, (Il Ponte del Sale, Rovigo), che raccoglie un’ampia selezione di poesie e prose. Nel 2006 esce, a cura di Flavia Giacomozzi e Emanuele Trevi, la produzione poetica Un solitario amore (Fandango Libri, Roma).

Condividi / Share

Indietro