Via Vitoni, 14 - 51100 Pistoia (PT)
Tel. 0573/975871 - Fax 0573/46399

Collana «Acquamarina»
volumetto n° 9



Raymond  Radiguet, I fidanzati di tredici anni
Traduzione e cura di Pasquale Di Palmo

 pag. 32, ISBN 8887741042

Euro 4,00
IN SINTESI

Quindici poesie in nuova traduzione dell'autore del celebre romanzo Il diavolo in corpo


UN ASSAGGIO

«Ma io, pensando alla raccolta,
piantavo nel tuo sesso erboso
un porcino sul qule bevesti
la rugiada dell'alba disfatta.»







L'AUTORE

Raymond Radiguet nasce a Saint-Maur-des-Fossés, nei pressi di Parigi, il 18 giugno 1903, primo di sette figli. Suo padre, Maurice, che lavora come disegnatore caricaturista per la rivista «L’intransigeant», impartisce al figlio un’educazione piuttosto libera. Raymond studia, con scarso profitto, prima nella scuola comunale di Saint-Maur, poi presso il Liceo Charlemagne di Parigi. L’avvento della guerra provvede a liberarlo dagli impegni scolastici e, rifugiatosi con la famiglia sulle rive della Marna, divora un libro dopo l’altro: Ronsard, André Chenier, i moralisti del Sei-Settecento, Stendhal, Rimbaud, Mallarmé, Proust. A guerra ultimata abbandona la scuola e comincia a frequentare i maggiori esponenti dell’avanguardia letteraria francese: Apollinaire, Max Jacob, Cocteau. A Parigi ha una relazione con una donna più anziana di lui di dieci anni. Nel ’19 appaiono le poesie raggruppate nella prima serie de Les Joues en feu, cui seguiranno l’anno successivo i versi di Devoirs de vacances. Si lega a Jean Cocteau che lo introduce nell’ambiente culturale parigino. Nell’estate del ’21 compone il romanzo Le Diable au corps che, pubblicato due anni dopo, ottiene un successo inaspettato e suscita scandalo. Conclude nell’estate del ’23 il secondo romanzo, Le Bal du comte d’Orgel, che uscirà postumo nel ’24. Ordina la sua produzione poetica a cui dà il titolo della prima raccolta: Les Joues en feu. La morte, provocata da febbre tifoidea, lo coglie, appena ventenne, il 12 dicembre 1923 a Parigi.

Condividi / Share

Indietro